Debole accordo Israele-Usa sullo stop alle colonie: esclusa Gerusalemme.

Nasera – Infopal. Secondo una fonte politica israeliana, Tel Aviv ha confermato quanto pubblicato dal giornale di lingua ebraica Haaretz questa mattina: il raggiungimento di un accordo tra Tel Aviv e Washington per congelare l’espansione delle colonie ebraiche in Cisgiordania. Tuttavia l'accordo esclude Gerusalemme, dove proseguirà l'ebraicizzazione e il colonialismo.

A sua volta, la radio ebraica ha citato una fonte ufficiale secondo cui “Israele ha accettato di congelare la costruzione d'insediamenti in Giudea e Samaria [Cisgiordania] per 9 mesi”, chiarendo tuttavia che “questo non comprende le edificazioni a Gerusalemme Est”.

“A quanto pare – prosegue inoltre la fonte – Washington non ostacolerà la realizzazione di 2500 unità abitative attualmente in fase di completamento”. Una notizia, questa, riportata anche da Haaretz, che ha precisato che gli Stati Uniti consentiranno anche la costruzione di strutture pubbliche negli insediamenti, come scuole, asili nido e servizi pubblici.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"