Detenuto palestinese ricoverato in ospedale dopo gravi aggressioni israeliane durante l’arresto

PIC. Mercoledì le autorità di occupazione israeliane hanno trasferito il detenuto palestinese Ziad Shalalda, 45 anni, all’ospedale Shaare Zedek dopo che era stato picchiato dai soldati israeliani durante il suo arresto.

L’avvocato della Palestinian Prisoner Society Mamoun al-Hashim ha detto che a Shalalda è stato impedito di vedere il suo avvocato.

Al-Hashim ha aggiunto che non può confermare alcuna informazione sulle condizioni di salute di Shalalda a causa del divieto delle visite, mentre la famiglia ha affermato che Ziad è stato duramente picchiato dai soldati israeliani durante il suo arresto.

La PPS ha affermato che saranno intraprese le necessarie azioni legali per verificare la salute di Shalalda.

Le forze di occupazione israeliane martedì hanno fatto irruzione nella casa di Shalalda, a Ramallah, e lo hanno arrestato insieme al figlio dodicenne, Mahmoud.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"