Discorso del deputato Tsironis al parlamento greco.

Riportiamo qui di seguito il discorso del deputato greco Dimitris Tsironis sulla Questione palestinese effettuato davanti al Parlamento greco.

Tsironis ha fatto parte della delegazione greca al Congresso sul Diritto al Ritorno, svoltosi dal 23 al 24 novembre a Damasco

Grazie signor presidente, colleghe e colleghi, signor ministro. Prima di parlare della proposta legge in discussione, permettetemi di affrontare un argomento molto importante. Lo presento tra parentesi: riguarda la Questione palestinese. Ieri sono tornato da Damasco in Siria, da una conferenza internazionale sulla Questione palestinese in ricorrenza del 60° anniversario della cacciata e dello sradicamento dei palestinesi dalla loro patria. Si tratta di una questione così importante per la quale la comunità internazionale dovrebbe vergognarsi. Vengono calpestati di diritti umani, si compiono crimini contro l’umanità, l’assedio di Gaza prosegue, così l’umiliazione della gente che a stento sopravvive, con poco cibo e poche medicine. Questa umiliazione deve finire, non può proseguire. Signor ministro la comunità internazionale non può chiudere un occhio o entrambi gli occhi su questo crimine che viene commesso nella Striscia di Gaza: questi problemi devono essere posti con forza. I contatti che abbiamo avuto con i colleghi europei e con altri arabi e anche con palestinesi del movimento di Hamas e del movimento di Fatah, con rappresentanti della Campagna Europea contro l’assedio di Gaza, mi ha fatto capire che la Grecia, negli ultimi anni, è lontana da quanto sta succedendo in Medio Oriente.

E’ dovere della Grecia tornare su queste questioni prendendo delle iniziative e sviluppando nuove idee, non è possibile che essa si disinteressi a quanto sta accadendo nei paesi vicini.

La Grecia ha rapporti storici buoni e di fiducia con il mondo arabo, che non possono essere rafforzate attraverso i contatti della ditta Olimpic (con la quale sta trattando con il Qatar), ma attraverso iniziative come quella di togliere l’assedio di Gaza, costituire una linea tra Larnaka e Gaza fino alla fine dell’assedio.

Infine, la comunità internazionale deve premere per l’apertura della frontiera con l’Egitto. Queste sono le idee, dovete prendere le iniziative. Su questo argomento, nei prossimi giorni invierò lettere al presidente del parlamento, al ministro degli Esteri, ai comitati politici specializzati. E’ doveroso proporre iniziative e idee per quanto riguarda la Questione palestinese e anche quella cipriota, se vogliamo che si realizzi la sicurezza e la stabilità nella nostra regione. Ho sentito il dovere di raccontarvi ciò durante il mio intervento di oggi. Ringrazio il presidente del parlamento che mi ha consentito di partecipare alla conferenza e rappresentare il parlamento greco: sono stato il primo politico greco, dopo lunghi anni, a partecipare a una conferenza seria sulla Questione palestinese.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"