Due israeliani feriti in accoltellamento vicino a Qalqilia

Qalqiliya-IMEMC. Fonti israeliane hanno riferito che un colono di 17 anni è stato gravemente ferito, mentre suo padre, di 60 anni, ha subito lievi ferite, quando un palestinese li ha pugnalati nella cittadina di Azzoun, ad est di Qalqiliya, nella Cisgiordania settentrionale.

Le fonti hanno affermato che i due stavano per entrare in un centro odontoiatrico palestinese ad Azzun, quando un palestinese si è avvicinato e li ha pugnalati.

Secondo Israel Ynet News, lo zio dell’adolescente ferito, che accompagnava lui e suo padre, ha affermato che il palestinese ha chiesto se erano ebrei, domanda alla quale ha risposto “no, siamo arabi”, prima che il palestinese accoltellasse il padre e figlio.

Il dentista palestinese dello studio si è quindi precipitato ad aiutare il giovane israeliano e suo padre, e ha fornito loro i primi soccorsi.

I soldati israeliani sono arrivati ​​sul posto e hanno trasferito i due feriti al posto di blocco militare di Eliyahu, vicino alla colonia di Alfei Menashe, dove hanno ricevuto cure da medici israeliani, e poi sono stati trasferiti al Meir Medical Center, di Kfar Saba.

Ynet ha aggiunto che il palestinese che ha aggredito i coloni ha solo 15 anni e che si è consegnato ai servizi di sicurezza locali palestinesi.

I soldati hanno rapito il dentista palestinese e lo hanno portato in una struttura per interrogatori gestita dallo Shabak, nonostante il padre israeliano ferito avesse dichiarato all’esercito che il dentista li aveva difesi e avesse cercato di mandare via l’aggressore.

I palestinesi di Azzun hanno raccontato che il dentista, che ha studiato in Russia, ha molti clienti israeliani che parlano il russo e che frequentano la sua clinica.

Traduzione di F.H.L.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"