‘Erekat chiede ai 21 Stati dell’Ue e alla Norvegia di riconoscere lo Stato palestinese

Ariha (Gerico) – InfoPal. Sa'eb 'Erekat, membro del Comitato centrale di Fatah, alla guida del team di negoziatori palestinesi, ha chiesto pubblicamente alla comunità internazionale di contribuire all'obiettivo palestinese per il riconoscimento di uno Stato sovrano e indipendente entro i confini occupati da Israele nel 1967, con al-Quds (Gerusalemme Est) capitale.

In un incontro con il premier tedesco dello Stato dell'Assia, con il Console generale britannico e con il rappresentante norvegese presso l'Autorità palestinese (Anp), 'Erekat ha ricordato che “sono 21 i Paesi dell'Unione europea, compresa la Norvegia, a non aver espresso quel riconoscimento formale”.

Il leader palestinese ha fatto presente ai propri ospiti come la colonizzazione israeliana non si arresta e sembra anzi determinata a spazzare via la presenza palestinese, in contravvenzione allo spirito negoziale o di un processo che conduca alla pace.

'Erekat ha poi portato all'attenzione generale le ultime misure punitive adottate da Israele nei confronti di detenuti e prigionieri palestinesi, in violazione al diritto internazionale e alla IV Convezione di Ginevra del 1949.

Infine, ha rassicurato sullo stato del processo di riconciliazione nazionale palestinese garantendo sul fatto che le parti in causa sono in grado di superare ostacoli e incomprensioni.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"