EU pronta a riposizionare la missione EUBAM a Rafah e a aumentare il sostegno economico all’UNRWA a Gaza

PIC. L’Unione europea (UE) ha deciso di aumentare eccezionalmente il proprio contributo annuale per l’UNRWA di altri 10,5 milioni di euro, secondo una dichiarazione recentemente divulgata da un portavoce dell’UE.
 
Una parte considerevole di questo finanziamento è dedicata ai rifugiati palestinesi a Gaza, in particolare per la loro salute ed istruzione.
 
La dichiarazione afferma che l’UE sta “facendo dei preparativi per impegnarsi con tutte le parti interessate in merito ad un’eventuale ridefinizione della missione di assistenza alle frontiere dell’UE (EUBAM) di Rafah, se può contribuire a facilitare l’apertura del Valico di Rafah, che sarebbe un importante passo avanti per la libertà di movimento per il popolo di Gaza“.
 
“In seguito all’accordo firmato al Cairo il 12 ottobre e alla consegna dei passaggo di frontiera di Gaza all’Autorità palestinese, il 1° novembre, l’Unione Europea ribadisce la disponibilità a dare il suo pieno sostegno agli attuali sforzi per riunire Gaza e la Cisgiordania sotto un’unica e legittima Autorità Palestinese”.
 
“Mentre l’accordo e il passaggio sono passi importanti e graditi a questo proposito, devono essere seguiti da ulteriori passi per consentire all’Autorità Palestinese di riprendere le sue piene responsabilità a Gaza e di conseguire la riconciliazione intra-palestinese”.
 
“Ci stiamo consultando internamente, con i principali partner internazionali, così come con il Quartetto, su come meglio aiutare questo processo ad avere successo. Come porgere un sostegno mirato verso Gaza, in particolare ai cittadini, fa parte di queste consultazioni”.
Traduzione di F.H.L.
 

tag: , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"