Eurovision 2019, fermata in aeroporto la ballerina che ha indossato la bandiera palestinese durante lo show di Madonna

Tpi.it. L’Eurovision Song Contest è un evento non politico e il gesto contraddice direttamente la regola del concorso. Le bandiere sono state rimosse rapidamente e le conseguenze di questa azione saranno discusse dal comitato esecutivo dopo il concorso”.

Così hanno dichiarato gli organizzatori dell’evento musicale nella serata finale di sabato 18 maggio al trio techno islandese Hatari che ha sfoggiato sciarpe con la bandiera palestinese, inimicandosi Israele che ha ospitato l’Eurovision 2019.

Ma gli Hatari non sono stati gli unici a mostrare la bandiera palestinese durante la kermesse. Anche Mona Bernsen, la ballerina che ha preso parte alla performance di Madonna ha subito delle conseguenze per la scelta di mostrare il simbolo politico.

Durante lo show di Madonna infatti, all’uscita dal palco, il ballerino con la bandiera di Israele sulla schiena tiene per mano Mona, che sulla schiena ha cucita la bandiera palestinese.

Su Instagram, dove la ballerina può vantare circa 59mila follower, Mona ha lasciato un commento che ha svelato un aneddoto inedito avvenuto durante il suo viaggio di ritorno, al Ben Gurion Airport di Tel Aviv.

Nel commento si legge: “Svegliatevi! Grazie a Madonna per avermi fatto prendere parte alla sua dichiarazione e per avermi fatto indossare la bandiera palestinese di fronte a centinaia di migliaia di spettatori. Sfortunatamente, la soppressione in Cisgiordania è reale. Le ore successive allo spettacolo sono state intense, ma non avevo mai immaginato che mi sarei sentita monitorata come è successo. Al Check-in in aeroporto il mio passaporto è stato passato in giro e poi sono stata trattenuta per un interrogatorio che è durato più di un’ora e mezzo! Ho dovuto raccontare tutta la storia della mia vita, le mie ragioni per aver viaggiato nei paesi arabi, i miei rapporti religiosi, la mia famiglia. Ho anche dovuto mostrare i miei programmi giornalieri dettagliati su quello che ho fatto e dove sono stata durante il mio soggiorno a Gerusalemme tre anni fa. Tutto!”

La ballerina aggiunge poi: ” Tutto questo presumibilmente per aver portato una bandiera come parte di un’esibizione, facendo una dichiarazione su un conflitto in corso, per promuovere la pace, l’unità e la libertà. Non riesco nemmeno a immaginare il monitoraggio e la repressione che il popolo palestinese sta affrontando quotidianamente. Ho così tanto rispetto per le persone che parlano quando vedono un’ingiustizia, usando qualsiasi palco per alzare il livello di consapevolezza. Negli ultimi giorni ho visto un movimento di persone fare proprio questo. Ho visto palestinesi locali e musicisti israeliani organizzare il loro Gazavision, ho visto artisti che conosco viaggiare per Betlemme per esibirsi al Globalvision e ho visto persone da tutta Europa boicottare l’Eurovision. Tutto per utilizzare la loro voce per quelli che non vengono ascoltati. Grazie mille Madonna per aver usato questa esibizione per parlare a gran voce”.

(Nella foto: Mona Bernsten)

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"