Fedeli musulmani obbligano polizia israeliana a sbloccare la Porta di al-Rahma

Gerusalemme occupata-PIC e Quds Press. Manifestanti musulmani hanno costretto le autorità d’occupazione israeliane a sbloccare la porta di Bab al-Rahma, che era stata recentemente sigillata dalla polizia israeliana all’interno del complesso della moschea di al-Aqsa.

Fonti del Dipartimento per i beni religiosi islamici hanno annunciato che la polizia israeliana ha rimosso le catene che aveva messo il giorno prima sul cancello di metallo che portava all’edificio Bab al-Rahma, sul muro orientale della Città Vecchia di Gerusalemme.

Dopo che la polizia israeliana aveva chiuso il cancello di metallo e detenuto fedeli musulmani, sono sorte delle tensioni nella mosche di al-Aqsa e nelle sue vicinanze.

Secondo la stessa fonte, la crisi è stata risolta in seguito agli sforzi delle autorità islamiche e ai contatti con il governo giordano.

Tutto ciò è avvenuto un giorno dopo che la polizia militare israeliana aveva sigillato il cancello di metallo che conduceva ad una grande struttura di proprietà del Dipartimento islamico dei beni religiosi, vicino a Bab al-Rahma, anche conosciuta come la Porta d’oro, una mossa che è stata percepita dai fedeli musulmani come un punto di partenza per la divisione della moschea e l’assegnazione della sezione orientale ai coloni israeliani.

Bab al-Rahma è parte integrante del complesso della Moschea di al-Aqsa, che è sotto la sovranità delle autorità dei beni religiosi della Giordania.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"