Finanziamento aggiuntivo UNRWA di 3,5 milioni di euro approvato dall’Italia

IMEMC. L’Italia, lunedì, ha approvato un finanziamento aggiuntivo di 3,5 milioni di euro per i programmi UNRWA, da realizzare in Libano e nella Striscia di Gaza, secondo un comunicato stampa del consolato italiano a Gerusalemme.

“In accordo con il consolidato sostegno italiano all’UNRWA, e viste le gravi difficoltà finanziarie che l’agenzia sta affrontando, l’Italia ha approvato un finanziamento aggiuntivo di 3,5 milioni di euro per programmi da realizzare in Libano e nella Striscia di Gaza”, ha affermato la dichiarazione.

“Il contributo si aggiunge agli sforzi finanziari già avviati dall’Italia a beneficio dell’Agenzia. Questo sforzo, considerando il totale di US$ 14 milioni nel 2017, consente al nostro Paese di essere il 14° donatore più importante dell’agenzia”.

La dichiarazione afferma, secondo WAFA, che “l’UNRWA continua a svolgere un ruolo essenziale, fornendo servizi di base ad oltre 5 milioni di rifugiati palestinesi. Le sue attività contribuiscono in modo concreto alla stabilità della regione”.

Il contributo italiano è arrivato dopo che gli Stati Uniti (il più grande donatore, con US$ 360 milioni in aiuti annuali all’UNRWA) hanno deciso di interrompere tutti i finanziamenti all’agenzia umanitaria, un passo che serve per punire e fare pressioni sui palestinesi, affinché accettino i termini dell’accordo con Israele.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"