Forze israeliane reprimono manifestazione anti-colonie in Cisgiordania (VIDEO)

Nablus – Palestine Chronicle. Almeno due palestinesi sono stati feriti a colpi d’arma da fuoco, venerdì, mentre le forze israeliane hanno soppresso le proteste anti-colonie in Cisgiordania.

Nel villaggio di Beit Dajan, ad est di Nablus, le forze israeliane hanno disperso con la violenza centinaia di partecipanti alla manifestazione pacifica convocate per difendere la terra di proprietà palestinese minacciata di confisca.

I soldati israeliani hanno aperto il fuoco contro i partecipanti, colpendone uno con un proiettile d’acciaio rivestito di gomma.

Beit Dajan è diventata teatro di proteste settimanali contro la decisione delle autorità israeliane di costruire nuove colonie ed espandere quelle già esistenti.

Un altro palestinese è stato ferito, venerdì, mentre le forze israeliane hanno attaccato decine di attivisti che settimanalmente protestano contro la costruzione di colonie nel villaggio di Kafr Qaddum, vicino a Qalqilia, nella Cisgiordania occupata.

Morad Shtewi, coordinatore della resistenza popolare nel villaggio, ha affermato che i soldati israeliani hanno sparato proiettili rivestiti di gomma, granate non letali e gas lacrimogeni contro i manifestanti.

Shtewi ha aggiunto che due palestinesi sono stati trasferiti in un vicino ospedale per cure mediche dopo essere stati feriti alla testa e alla schiena.

Da anni, il villaggio di Kafr Qaddum è al centro di una campagna nazionale di protesta contro le attività coloniali nella Cisgiordania occupata. Quasi ogni giorno scoppiano scontri tra manifestanti palestinesi e forze d’occupazione israeliane.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"