Gaza, ANP non invia rifornimenti medico-sanitari dall’inizio del 2019

Gaza-PIC. Munir al-Barsh, alto funzionario del ministero della Sanità, ha avvertito che la situazione sanitaria nella Striscia di Gaza è diventata estremamente difficile da quando l’Autorità Palestinese (ANP) a Ramallah ha smesso di inviare rifornimenti medico-sanitari.

Secondo lui, l’Autorità Palestinese ha smesso di fornire a Gaza la sua quota di forniture mediche dall’inizio dell’anno corrente.

Nelle osservazioni pubblicate domenica dall’ufficio stampa del governo, Barsh ha affermato che il 48% delle medicine, circa 237 tipi di farmaci, sono ormai indisponibili nei magazzini del ministero della Sanità a Gaza.

Ha aggiunto che anche il 23% degli strumenti medico-sanitari  è ormai esaurito.

Il funzionario ha affermato che tale situazione influisce negativamente sui servizi di base forniti dal ministero per diversi pazienti, compresi quelli che soffrono di cancro, malattie del sangue e problemi cardiaci.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"