Gaza, la resistenza palestinese appende cartellone con soldato israeliano catturato

MEMO. Le brigate di Izz ad-Din al-Qassam hanno rivelato questo venerdì un grande tabellone che mostra la foto di un soldato israeliano catturato come prigioniero di guerra.
 
Posizionato all’incrocio al-Saraya, nel centro di Gaza, la foto mostra Shaul Arun in piedi dietro a delle barre di una prigione.
 
“Finché i nostri eroi non vedranno la libertà e la luce, neanche questo prigioniero le vedrà”, è stato scritto in arabo ed ebraico.
 
Hanno anche scritto il numero di matricola militare di Arun, 6092065, all’angolo della foto.
 
Attivisti palestinesi credono che le brigate al-Qassam abbiano rilasciato l’immagine in coincidenza del compleanno del soldato. Anche il 31 dicembre 2016, rilasciarono due video “per ricordare il compleanno di Arun”.
 
Ad aprile del 2015, le brigate al-Qassam annunciarono per la prima volta la cattura di quattro soldati israeliani, senza rivelare se fossero vivi o morti o i loro nomi, eccetto per Arun.
Il 20 luglio del 2014, il portavoce delle brigate, Abu Obaida, comunicò che Arun era stato catturato mentre i combattenti di al-Qassam stavano lottando contro un’invasione di terra delle forze israeliane nel quartiere di al-Tuffah.
 
Il governo israeliano aveva annunciato che due soldati erano scomparsi durante la guerra israeliana contro la Striscia di Gaza, nell’estate del 2014. Identificò i soldati come Shaul Arun e Hadar Goldin, affermando che era stati uccisi in combattimento. Tuttavia, il ministero della Difesa li ha recentemente classificati come scomparsi e catturati.
 
In aggiunta ai due soldati, Israele ha anche affermato che due israeliani, uno di origine etiope ed un altro di origine araba, sono scomparsi dopo essere entrati illegalmente a Gaza.
Traduzione di F.H.L.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"