Gaza, servizi sanitari possono fermarsi a causa della mancanza di carburante

Gaza-PIC. Il ministero della Sanità palestinese ha avvertito che le strutture sanitarie nella Striscia di Gaza potrebbero presto smettere di fornire servizi a causa dell’attuale crisi di carburante.

“Non ci sono rassicurazioni, da parte delle autorità competenti, che la crisi del carburante, che minaccia le strutture sanitarie, sarà risolta, e questo significa che tutti i servizi sanitari nella Striscia di Gaza sono a rischio imminente”, ha riferito il portavoce del ministero della Sanità, Ashraf al-Qidra, lunedì.

La scorsa settimana, il ministero della Sanità di Gaza aveva avvertito che diverse strutture sanitarie sarebbero state chiuse dopo che le forniture di combustibile utilizzate per far funzionare i generatori di emergenza hanno iniziato ad esaurirsi.

La crisi del carburante a Gaza è aumentata dal primo agosto, quando il ministro della Difesa israeliano Avigdor Lieberman ha bloccato l’entrata di combustibile a Gaza.

Inoltre, il rifiuto del ministero della Sanità di Ramallah di aiutare le strutture sanitarie a Gaza li ha impossibilitati a sostenere le spese operative.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"