Genocidio di Gaza, giudici e osservatori internazionali invitano l’ONU ad aprire inchiesta sui crimini di guerra israeliani.

Ginevra – PIC. Un gruppo formato dai giudici e osservatori dei diritti umani più esperti del mondo ha invitato l’ONU a investigare sui crimini di guerra e sulle violazioni del diritto internazionale commesse durante la guerra israeliana nella Striscia di Gaza.

In una lettera aperta, sostenuta dall’organizzazione Amnesty International, il gruppo, che includeva l’ex capo accusatore dei tribunali per i crimini internazionali Richard Goldstone, ha evidenziato la necessità di compiere delle investigazioni nei riguardi di tutte le gravi violazioni delle leggi umanitarie internazionali di cui si è resa responsabile Israele.

I firmatari della lettera, che hanno condotto investigazioni su crimini commessi in molte zone del pianeta, hanno dichiarato di essere “sconvolti nel profondo” dalle atrocità di Gaza.

Essi hanno inoltre posto l’accento sull’importanza di far venire a galla la verità e portare giustizia alle vittime di guerra quale condizione fondamentale per raggiungere la pace in Medio Oriente.

Molte organizzazioni internazionali avevano già accusato i leader israeliani di aver fatto uso di una violenza “massiccia e sproporzionata” contro il popolo di Gaza, in aperta violazione del diritto internazionale.

Yehezkel Dror, politico israeliano e membro della commissione Winograd, ha affermato ieri che, nell’ultima guerra contro Gaza, il premier israeliano Ehud Olmert e i suoi ministri della Guerra e degli Esteri “hanno fallito”, e ha aggiunto che Olmert dovrebbe rassegnare le dimissioni dopo aver ottenuto due fallimenti dalle guerre di Libano e Gaza.

 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"