Germania e Francia mettono in guardia i propri cittadini in visita a Gerusalemme su violenze

MEMO. Il ministro degli Esteri tedesco ha affermato che la Germania si è detta preoccupata per le violenze che potrebbero scoppiare in Medio Oriente a seguito del riconoscimento di Gerusalemme come capitale israeliana da parte del presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Il ministero degli Esteri francese ha dichiarato nel suo sito web che sono previste manifestazioni a Gerusalemme est, in Cisgiordania e a Gaza, e che i suoi cittadini dovrebbero evitarle e evitare di trovarsi in mezzo a grandi folle.

In un aggiornamento dei suoi consigli di viaggio su Israele e sui Territori palestinesi, il ministero tedesco ha dichiarato: “Dal 6 dicembre 2017 potrebbero esserci dimostrazioni a Gerusalemme, in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza. Non possono essere esclusi scontri violenti”.

Ha consigliato ai suoi cittadini in viaggio a Gerusalemme di monitorare da vicino la situazione tramite i media locali ed evitare le aree colpite.

Funzionari di spicco statunitensi hanno affermato che nella giornata di mercoledì Trump avrebbe riconosciuto Gerusalemme come capitale di Israele e ha messo in moto il trasferimento dell’ambasciata statunitense nella città.

tag: , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"