Gerusalemme, decine di coloni invadono al-Aqsa

Gerusalemme-Imemc. Martedì mattina, a Gerusalemme, decine di coloni israeliani hanno invaso la moschea al-Aqsa entrando dalla Bab al-Mughrabi, dove le forze di occupazione hanno mantenuto una presenza da quando hanno occupato Gerusalemme, nel 1967.

I membri delle unità speciali della polizia israeliana forniscono regolarmente protezione a gruppi di coloni israeliani durante le loro visite e i tentativi di eseguire preghiere e riti nella moschea.

I coloni hanno come obiettivo dichiarato quello di impossessarsi dell’area del complesso di al-Aqsa per edificarvi una sinagoga ebraica. A tal fine, hanno invaso ripetutamente i terreni della moschea e scavato al di sotto di essa nel tentativo di farla crollare.

Tali invasioni vengono spesso eseguite in prossimità dell’edificio e della cappella di Bab al-Rahma sul lato orientale della moschea.

Per facilitare l’ingresso dei coloni israeliani, le forze di occupazione impediscono l’ingresso dei fedeli musulmani.

La moschea al-Aqsa è considerata il terzo sito più santo dell’Islam ed è un luogo di pellegrinaggio per i musulmani di tutto il mondo.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"