Gerusalemme, invasa dai coloni israeliani la zona di Umm Haron.

Gerusalemme – Infopal. All’alba di oggi, un gruppo di coloni israeliani ha assaltato la zona di Umm Haron nel quartiere Shaykh Jarrah – centro di Gerusalemme – , attaccando i cittadini palestinesi inermi e cercando di scacciarli da una delle case dell’area.

I coloni sostengono di aver vinto una causa e di disporre del verdetto della Corte per occupare l’abitazione; all’arrivo della stampa, tuttavia, si sono allontanati dalla zona, dopo aver malmenato e filmato i giornalisti in modo provocatorio. Vittime della violenza dei sionisti, il fotografo Mahfudh Abu Turk, dell’agenzia stampa Associated Press, Mohammad Sadiq e il direttore del Centro d’informazione al-Quds. 

Da parte loro, gli abitanti del quartiere hanno rivolto un appello a tutti i palestinesi perché stiano dalla loro parte e li sostengano, e hanno chiesto all’Anp di assumere un atteggiamento responsabile nei loro confronti, oltre che nei confronti della questione di Gerusalemme.

L’edificio che ha causato gli ultimi scontri è di proprietà del cittadino palestinese Darwish Hijazi. Diversi attivisti palestinesi avevano già sfrattato un gruppo di estremisti ebrei che avevano occupato la casa il mese scorso; dopo vari tentativi sionisti per riappropriarsene, i palestinesi hanno demolito una grande parte della casa per impedire il suo utilizzo da parte dei fondamentalisti.

La casa risale all’epoca ottomana: apparteneva inizialmente ad una donna di nome Umm Haron e venne poi data in affitto ad alcuni ebrei, che nel 1948 fuggirono dalla zona. Negli anni dell'amministrazione giordana, l’immobile fu registrato come proprietà israeliana, per poi passare a Hijazi.

Da parecchio tempo, le varie zone di Shaykh Jarrah stanno vivendo feroci attacchi da parte delle forze di occupazione e dei gruppi di estremisti ebrei, che intendono ebraicizzare completamente l'area.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"