Gerusalemme, la polizia israeliana arresta 7 donne a al-Aqsa

Gerusalemme-PIC e Quds Press. Giovedì sera la polizia israeliana ha arrestato sette donne palestinesi, dalla Gerusalemme occupata e dal Territorio occupato del 1948, e le ha interrogate in una caserma nella città vecchia.

Secondo fonti locali, le donne sono state detenute mentre lasciavano la moschea al-Aqsa attraverso le Porte al-Asbat e Hitta.

La polizia ha accusato le donne di aver disturbato l’ordine pubblico e ha detto che le avrebbe trattenute in detenzione fino a venerdì.

Le donne detenute sono Nahida Mahajena, Muntaha Imara, Nour Mahamid, Islam Mahamid, Samah Mahamid, Ra’ida Asid e Su’aad Obeida.

Nel frattempo, la polizia israeliana ha arrestato shaykh Nuroddin al-Rajbi presso una delle porte della moschea al-Aqsa e lo ha portato alla caserma di al-Qishla per l’interrogatorio.

La polizia israeliana ha arrestato le donne e shaykh Rajbi dopo che erano entrati nell’area di preghiera Bab al-Rahma della moschea al-Aqsa, nel pomeriggio, e hanno intonato “Allahu Akbar (Allah è il più grande)” durante la presenza di coloni ebrei nel luogo sacro.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"