Gerusalemme: ordini di sfratto per 65 famiglie

La polizia israeliana, insieme agli operai del Comune, ha condotto ieri sera una vasta campagna contro i proprietari d’immobili palestinesi di Gerusalemme, irrompendo in 65 case in vari quartieri e consegnando alle famiglie ordini di demolizione.

Come hanno riferito gli stessi residenti al corrispondente di Infopal.it, alcune delle famiglie avevano già ricevuto simili avvisi, come il proprietario del palazzo di as-Sunbula, nel quartiere di Nusayba, che consiste di 24 interni; o come Thamin Abu Qabala di Bayt Hanina, a nord della città, il cui palazzo comprende 15 appartamenti.

Nuovi ordini sono stati invece consegnati a Muhammad Abu Khdayr riguardante suo edificio di 12 interni situato a Shu’fat, a nord della Città Santa. Un altro palazzo di 12 appartenente noto come palazzo Ghayth ha ricevuto un’ingiunzione simile nel già citato Bayt Hanina. Altri due nuovi avvisi sono stati inoltre recapitati a due famiglie residenti nel quartiere di Wadi Qaddum a Silwan, a sud della provincia di Gerusalemme.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"