Giornata internazionale per i diritti umani, ma non per i Palestinesi

A cura dei Giovani Palestinesi d’Italia. La Giornata mondiale dei diritti umani è una celebrazione internazionale che si tiene in tutto il mondo il 10 dicembre di tutti gli anni.
La data è stata scelta per ricordare la proclamazione da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite della Dichiarazione universale dei diritti umani, il 10 dicembre 1948.
Da quel giorno ad oggi, ogni anno il 10 dicembre si celebra la Giornata Mondiale dei Diritti Umani con lo scopo di educare e sensibilizzare tutti al rispetto dell’uomo in quanto tale e a ricordare i passi compiuti dalla società verso il rispetto di tutti gli esseri umani contro la schiavitù e la soppressione dei diritti individuali.
Ma ancora oggi in molti paesi questi diritti sono violati, come ad esempio in Palestina.
In Palestina la maggior parte dei diritti sono violati tra cui: diritto alla libertà, diritto di andare a scuola, diritto di avere una casa, diritto di muoversi liberamente, diritto di libero pensiero, diritto d’accesso alle falde acquifere, diritto di procurarsi alimenti, diritto di essere processati.
Ad esempio a Gaza, la più grande prigione a cielo aperto, la gente soffre tutti i giorni:
il 95% dell’ acqua presente a Gaza non è bevibile;
il 45% del popolo soffre la fame per la mancanza di lavoro.
Più di due milioni di persone hanno il divieto di muoversi al di fuori della Striscia di Gaza.
A causa di questi fattori molta gente vive in case con tetti di ferro e in estate i bambini e i genitori stessi muoiono di caldo e di freddo.

Insomma in Palestina ogni giorno migliaia di persone lottano per il rispetto dei loro diritti che ormai da anni vengono calpestati dalle politiche presenti sul territorio.

#giovanipalestinesiditalia
#palestine
#dirittiumani
#giornatauniversaledeidirittiumani
#dirittiumani #palestina

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"