Gli USA gettano la smaschera e escono dal Consiglio dei diritti umani dell’ONU. Israele esulta

Il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha accolto con entusiasmo il ritiro dell’amministrazione statunitense dal Consiglio dei diritti umani delle Nazioni Unite, martedì.

In una dichiarazione rilasciata dal suo ufficio, il premier israeliano Benjamin Netanyahu ha salutato la mossa degli Stati Uniti, definendo il Consiglio “un’organizzazione ostile, anti-israeliana che ha tradito la sua missione di proteggere i diritti umani”.

“Israele ringrazia il presidente Trump, il segretario Pompeo e l’ambasciatore Haley per la loro coraggiosa decisione contro l’ipocrisia e le menzogne ​​del cosiddetto Consiglio delle Nazioni Unite per i diritti umani”, si legge nella dichiarazione.

Anche l’ambasciatore israeliano all’ONU Danny Danon ha accolto con favore il passo degli Stati Uniti, affermando in una dichiarazione che gli Stati Uniti “hanno dimostrato, ancora una volta, il loro impegno nei confronti della verità e della giustizia e la loro riluttanza verso il cieco odio nei confronti di Israele da parte delle istituzioni internazionali.

“Il Consiglio per i diritti umani è stato a lungo il nemico di coloro che hanno veramente a cuore i diritti umani in tutto il mondo”, ha detto Danon.

(Fonte: PIC)

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"