Governo di Gaza chiede ai Paesi arabi di esercitare pressioni sull’Egitto

Gaza-InfoPal. Il governo palestinese di Gaza ha chiesto a diversi Paesi arabi di intervenire presso l’Egitto, esercitando delle pressioni per salvare la situazione umanitaria nella Striscia di Gaza.

Lo ha fatto il ministro dell’Interno e Sicurezza, Fathi Hammad, in un telegramma urgente indirizzato ai suoi omologhi del Qatar, Oman e il Sudan.

Nel telegramma, Hammad ha ribadito la necessità di un intervento immediato per convincere l’Egitto a salvare la situazione umanitaria gravemente deteriorata in seguito alle azioni arbitrarie contro la popolazione della Striscia di Gaza. Con la chiusura del valico di Rafah, che ha lasciato migliaia di palestinesi bloccati in entrambi i lati, e la demolizione delle gallerie sotterranee, l’unica via per introdurre gli indispensabili materiali di base.

Ha anche esortato i suoi omologhi arabi a compiere degli sforzi diplomatici con i funzionari egiziani per fermare le operazioni al confine, alleggerire l’assedio e aprire il valico di Rafah completamente.

Hammad ha sottolineato di comprendere le esigenze dell’Egitto, per quanto riguarda la sicurezza, aggiungendo che i tunnel non rappresentano la soluzione migliore, bensì, solo un’alternativa forzata per superare l’assedio imposto sulla Striscia di Gaza.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"