Hamas ed Egitto discutono riapertura permanente del Valico di Rafah

Gaza – MEMO. Il ministero degli Interni di Gaza ha affermato lunedì di essere in contatto con il governo egiziano per discutere dell’apertura “permanente” del Valico di Rafah.

“Il Valico di Rafah è parzialmente operativo da marzo, il che rappresenta un ostacolo per i cittadini in viaggio”, ha dichiarato il portavoce del ministero degli Interni di Gaza, Iyad al-Bazm, ad al-Aqsa.

Al-Bazm ha sottolineato che il ministero è in contatto con il governo egiziano “per concordare una formula per aprire il valico in modo permanente, in conformità con le misure di sicurezza e prevenzione”, aggiungendo che i colloqui sono “ancora in corso”.

“Ci sono più di 4 mila casi urgenti di viaggio registrati presso l’autorità di frontiera, oltre a molte altre persone bloccate all’estero che non possono tornare a casa”, ha osservato il funzionario palestinese.

Dallo scoppio della pandemia, a marzo, il Valico di Rafah è stato chiuso dalle autorità egiziane, nel timore della diffusione della malattia.L’Egitto ha riaperto il valico in diverse occasioni, anche per il rimpatrio di cittadini palestinesi.

Finora, un totale di 55.951 palestinesi hanno contratto il virus, 48.719 dei quali sono guariti e 455 sono deceduti, secondo i dati ufficiali. Nella Striscia di Gaza ci sono 4.102 persone infette, secondo il ministero della Salute palestinese.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"