Haniyah: ‘Sì allo stato palestinese entro i confini del ’67. No al riconoscimento dello Stato di Israele’.

Il premier palestinese Ismail Haniyah ha annunciato questa mattina che il suo governo accetterà la creazione di uno stato palestinese entro i confini del 1967 in cambio del diritto al ritorno dei profughi palestinesi e a una tregua con Israele, ma non un riconoscimento dello stato ebraico.

Durante una conferenza stampa, dopo la preghiera del venerdì, Haniyah ha dichiarato che la formazione di qualsiasi governo sarà basata sul Documento di Accordo Nazionale scaturito dal Documento dei Prigionieri.

Haniyah ha spiegato che il suo governo rivolgerà un appello per il cessate il fuoco con Israele e lavorerà alla creazione di uno stato palestinese sui confini del ’67, ma che il governo Hamas non riconoscerà il diritto all’esistenza dello stato di Israele.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"