Hebron, l’occupazione arresta 7 palestinesi, tre sono minorenni

images_News_2012_06_03_iof-arrest_300_0Al-Khalil (Hebron)-Pal.info. All’alba di lunedì 29 luglio, le forze di occupazione hanno arrestato sette palestinesi, dopo aver assaltato le loro abitazioni a Hebron, nel sud della Cisgiordania.

Nel campo profughi di al-Aroub, a nord di Hebron, i soldati israeliani hanno arrestato tre giovanissimi palestinesi. Uno di loro, Abdel-Karim Jaber al-Titi, di 16 anni, è stato prelevato dalla sua casa, mentre i suoi famigliari sono stati trattenuti e maltrattati dalle forze di occupazione.

Il giornalista Alaa al-Titi, fratello del ragazzino arrestato, ha affermato che “un’unità dell’esercito israeliano ha fatto irruzione nella casa di famiglia. Hanno rinchiuso tutti i membri in una stanza, prima di lanciare il gas lacrimogeno, che ha provocato l’intossicazione di 20 persone, tra cui sua sorella incinta”.

Ha aggiunto che i soldati israeliani hanno picchiato violentemente suo fratello Shamekh, di 20 anni, e sbattuto più volte la sua testa contro il muro.

Sempre nel campo di al-Aroub, i soldati israeliani hanno arrestato altri due ragazzini, Mu’az Mahmoud Abu Hashhash e Hatem Khalil Mahfouz, entrambi di 16 anni.

Nella città di Azna, ovest di Hebron, i soldati israeliani hanno arrestato tre giovani: Izzat Jibril e Hisham Tamisi, di 21 anni, e Rami Issa Abu Juhaisha, di 26, in seguito ad un’irruzione effettuata all’alba da decine di veicoli militari.

Nella città di Hebron, le forze di occupazione hanno arrestato Omar Yacoub al-Muhtaseb, di 27 anni.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"