I soldati rapiscono quattro minorenni palestinesi a Gerusalemme

unnamed (1)Imemc. Mercoledì, soldati israeliani hanno rapito quattro minorenni palestinesi nella Città Vecchia di Gerusalemme e a Shu’fat, e li hanno portati in un centro per interrogatori in città.

Amjad Abu ‘Asab, capo del Comitato dei genitori dei detenuti a Gerusalemme, ha affermato che i soldati hanno fatto irruzione e hanno perquisite con violenza diverse case, causando danni eccessivi, e interrogato molti Palestinesi, compresi i bambini.

Ha aggiunto che i soldati hanno rapito Salah Mo’nes, 14 anni, e Mohammad al-Qaresly, di 16 anni di età.

Il Wadi Hilweh Information Center di Silwan (Silwanic) ha detto che i soldati hanno anche fatto irruzione nelle case del quartiere di Shu’fat, a Gerusalemme, e hanno rapito due bambini, identificati come Ala ‘Abu Khdeir e Majd Abu Khdeir.

Inoltre, l’avvocato Mahmoud Hamdan ha spiegato che un tribunale di Gerusalemme ha disposto che due giovani detenuti, identificati come Mohammad al-Hadra e Ibrahim al-Hadra, oltre a Sa’id Qambaz e Ehsan Abu al-Hummus, siano sottoposti a ulteriori interrogatori, e ha stabilito il 14 aprile come data per il processo del detenuto Ali Mahmoud.

Il giudice della Corte distrettuale ha anche stabilito che due bambini, identificati come Mohammad Shweiki e Yousef Shweiki, siano sottoposti a ulteriori interrogatori fino al 28 gennaio, mentre il detenuto Hotheifa Taha sarà sentito in tribunale il 14 gennaio.

Inoltre, il giudice ha ridotto le restrizioni dell’arresto a casa per un bambino palestinese, identificato come Fayez Farhan, “permettendogli di andare a scuola”.

La Corte ha anche condannato Yousef Mohammad Roweidi, 14 anni, agli arresti domiciliari per cinque giorni, e ha imposto una cauzione di 5000 shekel israeliani.

Traduzione di Edy Meroli

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"