ICDR: IOF creano false accuse per giustificare omicidi di palestinesi

Gaza-PIC. L’Insan Center for Democracy and Rights (ICDR) ha accusato le forze d’occupazione israeliane (IOF) di giustificare l’uccisione di palestinesi facendo false dichiarazioni sul loro tentativo di accoltellare israeliani.

In un comunicato stampa, il Centro ha descritto “l’uccisione extragiudiziale” del 27enne Yasser Shuweiki da parte di soldati israeliani nella città di al-Khalil/Hebron, avvenuta martedì scorso, come un crimine ai sensi dello Statuto di Roma ed una violazione delle convenzioni internazionali e delle carte che proteggono i diritti, compreso il diritto alla vita.

Il Centro ha detto che l’uccisione a sangue freddo di palestinesi, accusandoli di aver cercato di effettuare attacchi con armi da taglio sono pretesti fragili usati dai soldati israeliani per sottrarsi alla responsabilità legale dei loro crimini.

Il Centro ha anche affermato che secondo una testimonianza del fratello della vittima, Shuweiki stava distribuendo avvisi di tribunale ad al-Khalil/Hebron quando è stato ucciso, aggiungendo che il fratello ha affermato che non ha visto nulla che confermasse le affermazioni dei soldati.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"