Il 2008, anno della Palestina. Report della riunione nazionale del 24 novembre.

Il 2008 anno della Palestina

Report della riunione nazionale del 24 novembre

Sabato 24 novembre a Roma si è svolta la riunione nazionale tesa a “Rimettere in campo l’iniziativa per la Palestina”. Presenti compagni italiani e palestinesi provenienti da Torino, Milano, Viareggio, Pisa, Firenze, Taranto, Roma. Una discussione ricchissima (diciotto interventi) sia sul piano del confronto che delle proposte per i prossimi mesi.

 

La discussione

Volendo riassumere schematicamente i temi emersi in una discussione durata quattro ore, questi hanno riguardato:

– il lancio di una campagna nazionale di informazione, dibattito e mobilitazione in occasione dei sessanta anni della “Nakba” per contrastare apertamente l’idea che il 2008 possa essere monopolizzato dai mass media, dalla cultura e dalla politica come l’anniversario della nascita di Israele;

– il boicottaggio del salone del libro di Torino (maggio 2008) che quest’anno verrà dedicato a Israele;

– una campagna di informazione sul sionismo che replichi sul piano storico, politico e culturali ai tentativi di legittimazione;

– il salto di qualità contro la complicità militare ed economica del governo italiano e di quelli europei con Israele;

– la rimessa a punto degli obiettivi praticabili della campagna di boicottaggio dell’economia di guerra israeliana così come esplicitamente richiesto in diversi documenti dalle organizzazioni sociali palestinesi e israeliane

– il contrasto all’operazione di gestione presso l’opinione pubblica italiana della prossima escalation israeliana contro Gaza che è stata oggetto di una apposita riunione tra l’Ambasciata israeliana e le associazioni Italia-Israele (il 2 dicembre verrà tagliata l’elettricità alla popolazione palestinese di Gaza);

 l’organizzazione a Roma di una conferenza internazionale sulla questione “Uno Stato unico, laico, democratico per palestinesi e israeliani” simile a quelle tenutesi a Madrid e Londra;

– la possibilità di un ricorso alla Corte dell’Aja contro l’embargo a Gaza;

– la convocazione di due manifestazioni per la Palestina (una a marzo e una a novembre 2008);

– la convocazione di un convegno su Nakba e sionismo (Torino);  

– una campagna di pressione sui parlamentari affinchè l’Italia metta fine all’embargo contro Gaza (e la dovuta denuncia di coloro che si sono negati e tuttora si negano a questo impegno);

– le iniziative per ricordare a febbraio il primo anno della scomparsa di Stefano Chiarini;

– l’apertura del dibattito sulla questione dello Stato Unico come elemento di definitiva chiarezza verso la desueta e ambigua posizione dei “due popoli, due stati”;

– la dovuta attenzione alla terminologia con cui definire la politica israeliana contro i palestinesi (è più coerente parlare di pulizia etnica che di genocidio, di Gaza più simile al Ghetto di Varsavia che ad un campo di concentramento);

– la conferma della seconda edizione del campeggio estivo di solidarietà con la Palestina a Viareggio;

– l’organizzazione di una missione di solidarietà popolare al valico di Rafah tra Gaza ed Egitto;

– la questione del palestinese Khaled Hussein che a 74 anni è rinchiuso ancora nel carcere di Parma; – la promozione della campagna e del conseguente logo “2008, anno della Palestina”;

– lo sforzo su come rendere visibile e sul come dare una visione corretta della questione palestinese davanti all’ostracismo dei mezzi di comunicazioni di massa;

– la preparazione di una sorta di “format” di personalità, relatori, pubblicazioni, strumenti audiovisivi, mostre fotografiche da mettere a disposizione di tutte le realtà locali intenzionate a promuovere iniziativa sulla Palestina;

– il possibile coordinamento con i movimenti degli altri paesi europei per facilitare legalmente ed economicamente la circolazione e la partecipazione a iniziative di personalità ed esponenti palestinesi in Europa.

Le proposte

Le prime proposte di lavoro scaturite dalla riunione riguardano soprattutto la prima metà del prossimo anno. Per la seconda metà, fino a novembre 2008; se ne discuterà nuovamente a febbraio a Firenze e poi negli appuntamenti successivi. Queste proposte sono la cornice generale e condivisa emersa dalla riunione. Ad esse si aggiungeranno le iniziative locali o specifiche(es. il convegno su Nakba e sionismo o la conferenza sullo Stato unico che arricchiranno la campagna) e che verranno via via dettagliate

1)      Giovedì 29 novembre 2007 (giovedì prossimo) iniziative di comunicazione in tutte le maggiori città per ricordare la Giornata Internazionale di Solidarietà con la Palestina dichiarata dalle Nazioni Unite.

 

2)      Presenza di uno striscione (e se possibile di uno spezzone) sul diritto all’acqua per i palestinesi nella manifestazione del 1 dicembre sull’acqua (iniziativa a carico soprattutto dei compagni di Roma ma non sono sgradite collaborazioni da altre città);

 

3)      Per il 2008 – a sessanta anni dalla Nakba – verrà attivata a livello nazionale la campagna “2008, anno della Palestina” e approntato un apposito logo da utilizzare in tutte le iniziative centrali e locali.

 

4)      Il 2 febbraio organizzazione della conferenza per ricordare Stefano Chiarini. Su questo si attiverà un apposito gruppo di lavoro. Sono anche previste pubblicazioni in italiano e arabo di Stefano

 

5)      Il 29 marzo (a ridosso del 30 marzo, Giornata della Terra) è stata indicata come data per una manifestazione nazionale in solidarietà con la lotta del popolo palestinese

 

6)      Maggio. Mobilitazione al salone del libro di Torino quest’anno dedicato a Israele. Le iniziative in cantiere prevedono: il boicottaggio dell’evento ufficiale, l’organizzazione di una salone del libro alternativo che dia spazio alla presentazione di libri palestinesi e sulla Palestina; una manifestazione comune di tutte le reti di solidarietà con la Palestina a Torino nella giornata conclusiva del salone del libro. I dettagli delle date e delle possibilità saranno forniti a breve dai compagni di Torino;

 

7)      Luglio-Agosto: seconda edizione del campeggio estivo di solidarietà con la Palestina a Viareggio

 

8)      Organizzazione nei tempi e nelle modalità che vanno definite a breve di una missione di solidarietà popolare al valico di Rafah. I compagni dell’Udap si sono incaricati di definire meglio i dettagli

 

9)      Manifestazione nazionale conclusiva della campagna “2008 anno della Palestina” il 29 novembre 2008., giornata internazionale per la Palestina.

 

Per valutare le cose fatte e per definire le cose da fare, è stata riconvocata una nuova riunione nazionale a Firenze per i primi giorni di febbraio 2008. Data esatta e luogo saranno comunicati per tempo.

Fateci sapere la vostra opinione/disponibilità sulla campagna per il 2008 nella vostra città.

Buon lavoro a tutti

Roma, 24 novembre

 

 

 

 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"