Il Centro Sawasya: Israele usa i prigionieri palestinesi come cavie umane.

Gaza – Pic. Il Centro “Sawasya” per i diritti umani ha affermato lunedì scorso che Israele usa i prigionieri palestinesi come cavie, senza il loro consenso, per testare l’efficacia di nuove sostanze stupefacenti fabbricate dal ministero della Salute, per cui chiede che vengano immediatamente svolte delle indagini in tal senso.

Il Centro cita il caso evidente del prigioniero Zuhair al-Iskafi, al quale nel corso di un interrogatorio è stata fatta un’iniezione che gli ha causato la perdita totale dei peli e dei capelli. Casi simili sono riportati per altri prigionieri.

Il Centro si appella ai media arabi affinché facciano luce su tale seria questione, mostrando le violazioni commesse dagli israeliani sui prigionieri palestinesi .

Esso invita inoltre le organizzazioni dei diritti umani e le organizzazioni sanitarie internazionali (come l’OMS) ad inviare una delegazione di specialisti nei territori occupati per ispezionare le carceri ed esaminare le condizioni dei detenuti sottoposti a questi esperimenti.

 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"