Il Comitato Popolare delle colline a sud di Hebron, in maniera nonviolenta, ha impedito alle forze armate israeliane di bloccare la costruzione di un asilo nido

Operazione Colomba. Comunicato stampa. Il Comitato Popolare delle colline a sud di Hebron, in maniera nonviolenta, ha impedito alle forze armate israeliane di bloccare la costruzione di un asilo nido

3 Marzo, 2014

At Tuwani –Domenica pomeriggio, mentre i palestinesi stavano costruendo l’edificio che dovrà ospitare un asilo nido ad At Tuwani, alcuni ufficiali israeliani della DCO (District Coordination Office) e dell’esercito sono giunti sul luogo per confiscare i materiali necessari alla costruzione. Donne, uomini e bambini palestinesi coordinati dal Comitato Popolare delle colline a sud di Hebron, attraverso un’azione nonviolenta, hanno impedito alle forze armate israeliane di sequestrare la maggior parte dei materiali. Dopo circa tre ore di confronto le forze israeliane hanno portato via una betoniera e un carro, nonostante non sia mai stato consegnato alcun ordine ufficiale di confisca.

Alle 13:30 alcuni uomini palestinesi stavano lavorando alla costruzione dell’edificio quando sono arrivati gli ufficiali della DCO accompagnati da quattro soldati. Gli stessi ufficiali e soldati erano già stati sul posto in mattinata per fotografare la nuova costruzione. Alle 14:51 due veicoli militari con otto soldati a bordo sono arrivati sul luogo. Nel frattempo decine di abitanti dell’area si sono radunati per protestare contro la confisca. Alle 15:24 è arrivata la polizia israeliana che ha controllato i documenti di diversi palestinesi e attivisti internazionali. Dopo dieci minuti un camion israeliano è giunto sul luogo dell’accaduto allo scopo di portar via i materiali, mentre le donne e i bambini li stavano spostando per per impedirne la confisca. Alle 15:55 è arrivata anche la Border Police.

I palestinesi si sono interposti per fermare la confisca delle forze israeliane. I soldati e i poliziotti li hanno filmati e provato a spingerli via, anche in maniera violenta. I palestinesi si sono rifiutati di allontanarsi, rimanendo fermi sul posto. Alle 16:18 è arrivata un’ambulanza per assistere un uomo palestinese che era svenuto precedentemente, ricevendo aiuto sia dai palestinesi sia dai soldati israeliani

Alla fine, sono stati confiscati solo due mezzi di lavoro. Durante l’azione erano presenti un attivista israeliano, alcuni volontari internazionali e alcuni operatori di B’tselem che hanno filmato l’intera azione.

L’edificio in costruzione sarà il primo asilo nido per i villaggi nell’area delle colline a sud di Hebron.

Il 28 febbraio l’Amministrazione Civile Israeliana ha confiscato l’attrezzatura necessaria per la costruzione di un parco giochi donata dal governo italiano alla scuola del villaggio beduino di Khan al-Amar, a est di Gerusalemme (http://www.haaretz.com/news/middle-east/.premium-1.576978).

Le comunità palestinesi delle Colline a Sud di Hebron continuano a scegliere la nonviolenza come forma di resistenza all’occupazione israeliana.

Operazione Colomba mantiene una presenza costante nel villaggio di At-Tuwani e nell’area delle colline a sud di Hebron dal 2004.

 

Foto dell’incidente: http://www.operazionecolomba.it/galleries/palestina-israele/2014/2014-03-02-/

Video dell’incidente: Presto disponibile sul nostro canale YouTube (http://www.youtube.com/channel/UCpKXxYTHG80BLPckf_YMHtw)

 

Per informazioni:

Operazione Colomba, +972 54 99 25 773

 

[Note: secondo la IV Convenzione di Ginevra, la II Convenzione dell’Aja, la Corte Internazionale di Giustizia e numerose risoluzioni ONU, tutti gli insediamenti israeliani nei Territori Palestinesi Occupati sono illegali. Gli avamposti sono considerati illegali anche secondo la legge israeliana.]

Operation Dove – Nonviolent Peace Corps
Palestine/Israel
Ass. Comunità Papa Giovanni XXIII

Email: tuwani@operationdove.org
Web: www.operationdove.org

mobile: +972 54 9925773

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"