Il comportamento turistico di Israele negli Emirati Arabi Uniti è “vergognoso”

MEMO. I visitatori israeliani negli Emirati Arabi Uniti (EAU) si sono comportati in modo “vergognoso”, ha riferito il 18 gennaio Ynet News.

“Più di 66.000 turisti israeliani hanno visitato Dubai e altre regioni degli Emirati Arabi Uniti dalla firma dell’accordo di pace tra i due paesi”, ha detto all’agenzia di stampa israeliana Amalia Lazarov, proprietaria della compagnia di viaggi Travelicious.

Lazarov ha sottolineato:

Ho lavorato negli Emirati Arabi Uniti e in altri paesi arabi negli ultimi 12 anni e sono felice di vedere che gli israeliani sono finalmente accolti lì dopo anni passati a sognare questa opportunità. Ma ora ci sta esplodendo tutto in faccia a causa di questo comportamento inappropriato.

Il giornale ha citato fonti che affermano che alcuni visitatori israeliani stavano: “Cucinando nelle loro stanze d’albergo in violazione delle leggi dell’amministrazione, rubando asciugamani e altri oggetti dalle loro stanze e tenendo feste inappropriate”.

“Gli Emirati Arabi Uniti sono molto accessibili ai visitatori israeliani ora”, ha osservato l’esperto di viaggi, esortando gli israeliani che parlano arabo a “rispettare i lavoratori dell’hotel”. Ha avvertito: “Le cose andrebbero a finire male se questo comportamento continuasse”.

È stato riferito che oltre 50.000 israeliani hanno visitato gli Emirati Arabi Uniti dall’accordo di normalizzazione tra i due paesi, firmato il 15 settembre.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"