Il governo israeliano ha approvato un piano militare per fermare il lancio di missili artigianali.

Il primo ministro israeliano Ehud Olmert oggi ha approvato un piano di rappresaglia contro il lancio di missili delle brigate palestinesi su obiettivi israeliani.

Tale decisione, che è stata presa congiuntamente da Olmert, dal ministro della Difesa Amir Peretz e altri capi dell’esercito e della sicurezza israeliani, prevede operazioni contro le "cellule responsabili del lancio di missili contro le città israeliane".

Peretz ha dichiarato: "Non possiamo portare avanti la nostra politica di ‘auto-controllo’: dobbiamo colpire chi spara i razzi, prima e dopo i lanci". Qualche membro del governo israeliano ritiene però che intraprendere un’operazione militare su vasta scala possa minare gli sforzi per far cadere il governo Hamas e danneggiare il rilascio del soldato israeliano Jilad Shalit catturato a Gaza nel giugno scorso.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"