Imminente il pagamento degli stipendi dei dipendenti pubblici palestinesi.

Dal nostro corrispondente.

I dipendenti pubblici palestinesi che guadagnano 1800 shekel all’anno stanno per ricevere un mese di salario. E’ quanto ha promesso oggi il ministro della Pianificazione, Samir Abu Aisha.

Beneficeranno di questa decisione, almeno inizialmente, i dipendenti publici e tutti i militari e i membri dei servizi di sicurezza, ma non i lavoratori del servizio sanitario. Il ministro ha spiegato che i dipendenti del ministero della Sanità – circa 12.000 persone – riceveranno lo stipendio di un mese dall’Unione Europea, giovedì, attraverso banche palestinesi nei Territori occupati.

Sembra che i fondi per gli stipendi dei dipendenti pubblici siano giunti dal Qatar (50 milioni di dollari) e dall’Arabia Saudita (15 milioni di dollari) attraverso la mediazione del premier Haniyah e dello Sheikh Hamad Bin Khalifa Al Thani.
Abu Aisha ha aggiunto che anche da altri paesi vengono offerti fondi alle misere casse dell’Anp, e per un totale di 300 milioni di dollari. E ha aggiunto che l’Arabia Saudita ha promesso altri 250 milioni di dollari e 50 il Kuwait.
 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"