Immunità a Gantz per la visita nel Regno Unito

Pchr. Offerta l’immunità alla missione speciale del Tenente Generale Gantz, sospettato criminale di guerra, prima della sua visita nel Regno Unito

Il Tenente Generale Benny Gatz, capo di stato maggiore delle Forze di difesa israeliane (IDF), visiterà il Regno Unito questa settimana. Questa sarà la prima visita di un capo di stato maggiore delle Forze di difesa israeliane (IDF) nel Regno Unito dal 1998. Il Tenente Generale Benny Gatz è sospettato di essere coinvolto nella commissione crimini di guerra, in particolare per quanto riguarda il suo ruolo nell’attacco, il cui nome in codice è Operazione “Colonna di nuvole”, nella Striscia di Gaza durante il mese di novembre 2012.

Il governo del Regno Unito ha conferito lo stato di Missione Speciale al viaggio del Tenente Generale Benny Gatz prima della sua visita, garantendogli, in tal modo, l’immunità dal sistema giudiziario penale del Regno Unito. E’ da indicare che il signor Gantz normalmente non avrebbe diritto all’immunità e che il Regno Unito è sotto l’obbligo legale vincolante di cercare e perseguire coloro sospettati di aver commesso dei crimini di guerra, includendo coloro giudicati dalle proprie corti nazionali.

Il Centro Palestinese per i Diritti umani e Hickman & Rose Solicitors (principali esperti di giustizia penale e diritti umani), che rappresentano le vittime delle azioni del Tenente Generale Gantz, condannano la decisione di garantire l’immunità a un sospettato criminale di guerra. Questa decisione invia un messaggio pericoloso secondo cui le condizioni politiche saranno poste al di sopra dello stato di diritto.

Esistono delle prove credibili che testimoniano il coinvolgimento del signor Gantz nella commissione dei crimini di guerra e queste accuse dovrebbero essere verificate. Se necessario, il signor Gantz dovrebbe essere perseguito e il governo del Regno Unito non gli dovrebbe garantire preventivamente l’immunità, raggirando le normali procedure giudiziarie penali.

E’ da indicare che la decisione del governo del Regno Unito di garantire l’immunità alla missione speciale del signor Gantz ha origine da una simile decisione presa la scorsa settimana riguardante la visita anticipata del Maggiore Generale Doron Almog (in pensione). In seguito il signor Almog ha cancellato la sua visita per ragioni sconosciute.

La decisione di garantire l’immunità alla missione speciale deve essere sottoposta a un dibattito pubblico e alzare il livello di verifica legale. In tal modo esiste il rischio che le Missioni speciali siano utilizzate per proteggere le alleanze di governo come dimostrato dalla decisione di garantire l’immunità al signor Among e Gantz, indebolendo il principio basilare di uguaglianza di applicazione della legge e l’obbligo legale internazionale del Regno Unito di cercare e perseguire i sospettati criminali di guerra.

Per ulteriori informazioni contattare:

nella Striscia di Gaza:

* Raji Sourani, Direttore, Centro Palestinese per i diritti umani: 00 (972) 599608811

nel Regno Unito:

* Kate Maynard, Partner, Hickman & Rose Solicitors: 00 (44) 7812974613

* Daniel Machover, Partner, Hickman & Rose Solicitors: 00 (44) 7773341096

Documento pubblico

**************************************

Segui il PCHR  su Facebook  e  Twitter

Per ulteriori informazioni chiamare l’ufficio del PCHR nella Striscia di Gaza allo +972 8 2824776 – 2825893

PCHR, 29 Omer El Mukhtar St., El Remal, PO Box 1328 Gaza, Gaza Strip. E-mail: pchr@pchrgaza.org, Sito internet http://www.pchrgaza.org

———————————–

Se ricevi questo documento e intendi abbonarti, invia una mail il cui oggetto è “Abbonamento” al seguente indirizzo  request@pchrgaza.orgi.

———

Per cancellare l’iscrizione, invia una mail il cui oggetto è “Abbonamento” al seguente indirizzo   request@pchrgaza.org
Per assistenza: info@pchrgaza.org

_______________________________________________
Pchr_e mailing list
Pchr_e@pchrgaza.ps
http://pchrgaza.ps/mailman/listinfo/pchr_e_pchrgaza.ps

Traduzione a cura di Simona Ricci

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"