Incontro tra Fatah e Hamas sotto il patrocinio egiziano per rendere applicativo l’accordo sul cessate il fuoco.

Hamas e Al-Fatah si sono incontrati ieri sera sotto il patrocinio egiziano, per rendere applicativo l’accordo siglato lunedì notte dal primo ministro palestinese Ismail Haniyah e dal rappresentate del presidente, Rawhi Fattuh, per porre fine alla lotta interna, ritirare gli uomini armati e rilasciare le persone sequestrate da entrambe le parti.

Fawzi Barhum, portavoce del movimento Hamas, ha dichiarato che l’incontro ha l’obiettivo di portare avanti l’accordo sulla tregua tra le fazioni, ma ha aggiunto che ci sono ancora punti da chiarire e che hanno bisogno di ulteriori discussioni: la liberazione dei sequestrati, la smobilitazione delle forze armate di Fatah che ancora chiudono le strade principali. Il clima dell’incontro è stato definito “positivo”.

In collegamento telefonico con il nostro ufficio di corrispondenza, Barhum ha dichiarato che durante l’incontro sono stati affrontati gli ultimi episodi sulle piazze palestinesi – le violazioni da parte di membri di Al-Fatah e l’uccisione di un militante di Hamas nella città di Khan Yunes.

"La delegazione egiziana -ha aggiunto – è stata informata della necessità che tutti si assumano la responsabilità di quanto sta succedendo e che qualsiasi passo indietro rappresenta una sconfitta dell’accordo nazionale palestinese e una minaccia della stabilità e della sicurezza".

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"