‘Io sono di là’. Muin Masri.

Io sono di là
di Muin Masri
96 pp.
Euro 10,00

Appartenere alla terra e al popolo di quelli che sono di là, e vivere tra quelli che
sono di qua non è cosa semplice, può anzi divenire una condizione lacerante… E se, come è stato per Masri, dalla propria patria e dal proprio popolo ci si deve pur separare, non è detto che li si debba abbandonare: essi possono essere saldamente custoditi in una regione del proprio cuore.

Si può perder tutto in questa vita, i propri cari, la casa, la terra, ma la patria no, è la storia, e come si può andare avanti senza la propria storia? Una volta, quando le tribù dovevano spostarsi da una zona all’altra per forza maggiore, anche di pochi chilometri, portavano con loro tutto, perfino i loro morti, rappresentavano la storia, il passato, la carta d’identità. Ecco perché quel milione di profughi palestinesi sognava di ritornare a casa propria, senza i propri morti si sentivano persi, orfani.

 

Muin Masri è nato a Nablus (Palestina) nel 1962, residente in Italia dal 1985, si occupa di Informatica e, tempo permettendo, racconta “storie del proprio paese”.

Ha già pubblicato Racconti? (1994) edito da Scripturiom, Il sole di inverno (1999) e Pronto, ci sei ancora? (2001) editi da Portofranco.  Ha realizzato un programma radiofonico per Radio Rai3 nell’ambito di Cento Lire.

Traccediverse Edizioni
via Valeggio 4
10128 Torino 
www.traccediverse.com
tel. redaz. 011 56 81 904

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"