IOA usa prodotti chimici dannosi su terre coltivate a Gaza

Gaza – PIC. Martedì mattina, le autorità d’occupazione israeliane (IOA) hanno ripreso a usare erbicidi dannosi sui terreni agricoli ad est della Striscia di Gaza, vicino alla barriera di confine.

Il ministero della Salute palestinese a Gaza ha affermato che gli aerei israeliani hanno spruzzato sostanze chimiche tossiche nelle aree agricole ad est della Città di Gaza.

Domenica scorsa, vasti tratti di terra coltivati ​con grano, orzo, mais, corchorus olitorius e altre colture hanno subito danni dopo il passaggio degli aerei israeliani.

A questo proposito, il Centro per i diritti umani di al-Mezan ha accusato lo stato d’occupazione israeliano di sfruttare la crisi globale di Covid-19 per distruggere i raccolti lungo il recinto di confine nella parte orientale di Gaza, nonostante continui ad imporre un’embargo stretto sui gazawi.

Il Centro ha invitato la comunità internazionale ad assumersi le sue responsabilità legali e morali e ad intervenire per impedire ad Israele di usare erbicidi tossici che distruggono le colture e mettono in pericolo la vita degli agricoltori e dei cittadini di Gaza.

Periodicamente, le IOA contaminano aree agricole nella parte orientale di Gaza con sostanze chimiche tossiche, distruggendo grandi tratti di terra coltivata.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

tag: , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"