Israele arresta un giornalista a Ramallah e estende la detenzione di un altro

Ramallah – Infopal. Le forze di occupazione hanno arrestato un giornalista palestinese dal villaggio di Nabi Saleh, nord-est di Ramallah, in Cisgiordania.

Il movimento di resistenza popolare palestinese nel villaggio di Nabi Saleh, Intifada, ha reso noto che nelle prime ore di mercoledì 10 ottobre, le forze di occupazione hanno assaltato la casa del giornalista Mohammed ‘Atallah al-Tamimi, di 24, anni arrestandolo e portandolo in una destinazione ignota. 

Il movimento ha riferito che il giovane Mohammed è un attivista del movimento di resistenza popolare, inoltre egli ricopre il ruolo di direttore esecutivo e redattore di notizie all’agenzia stampa, Tamimi Press. 

Il movimento, Intifada, ha ritenuto l’autorità di occupazione pienamente responsabile per la vita del giornalista al-Tamimi. Inoltre esso ha condannato le continue incursioni e arresti che stanno avvenendo nel villaggio di Nabi Salih per mano dell’esercito israeliano. 

Nello stesso contesto, martedì 9 ottobre, il tribunale militare israeliano ha esteso la detenzione amministrativa nel carcere di ‘Ofer nei confronti del giornalista Amer ‘Abdel Halim Abu ‘Arafah, di Hebron, per la terza volta consecutiva. Egli è detenuto da 14 mesi nelle carceri israeliane.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"