Israele consegna 11 ordini di demolizione per case di Silwan

Gerusalemme-Maan. Mercoledì il la municipalità israeliana ha consegnato ordini di demolizione per alcune case, alcune di 30 anni, nel quartiere di Silwan per “aver costruito senza permesso”.

Il membro del comitato per la difesa delle terre e delle proprietà di Silwan, Fakhri Abu Diab, ha riferito a Ma’an che i messi comunali hanno consegnato 11 ordini di demolizione per le case di al-Hara al-Wosta, al-Bustan, Wadi al-Rababa, Ein al-Lawza, e di al-Jisr, che lasceranno 70 persone senza tetto.

Le case appartengono alle famiglie di Abu Sneineh, Awwad, Abbasi, Odeh, Al-Rishq, Abdo e Samareen.

Abu Diab ha affermato che negli ultimi giorni sono stati consegnati sempre più ordini, e, talvolta le case sono state costruite prima dell’occupazione di Gerusalemme, nel 1967.

Abu Diab ha aggiunto che oltre il 62 per cento delle case di Silwan sono minacciate di demolizione, visto che  gli ordini sono stati distribuiti “casualmente” come “punizione collettiva” che, dice, si propone di spostare i residenti e controllare il quartiere.

Abu Diab ha spiegato che alcune case che sono state assegnate ai coloni erano state costruite senza permesso, ma nessuno di loro ha ricevuto ordini di demolizione.

Traduzione di Edy Meroli

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"