Israele ha arrestato 337 mila palestinesi dal 1987

Palestina-MEMO. Israele ha arrestato 337 mila palestinesi dall’inizio della Prima Intifada, l’8 dicembre 1987, ha affermato domenica il Centro palestinesi per gli studi sui prigionieri.

Nonostante gli arresti, ha dichiarato il portavoce del centro, Riyadh al-Ashqar, l’occupazione non è riuscita a raggiungere i suoi obiettivi di annientare la resistenza palestinese ed i suoi sforzi per conquistare la Palestina.

Israele ha arrestato i palestinesi quasi ogni giorno, ha aggiunto.

Secondo il rapporto, le forze d’occupazione hanno arrestato 210 mila palestinesi tra il 1987 ed il 1994, quando fu istituita l’Autorità Palestinese.

Israele ha aperto molte carceri per riuscire ad amministrare tutte i prigionieri. Quello più famoso è al-Naqab, che si trova nel mezzo del deserto e ha ospitato decine di migliaia di detenuti palestinesi.

Tra il 1994 e il 2000, l’occupazione israeliana ha arrestato 10 mila palestinesi, ed altri 97 mila sono stati detenuti tra il 2000 ed il 2015. Dal 2015 fino ad oggi, Israele ha arrestato altri 20 mila palestinesi.

Il rapporto ha ribadito che i bisogni medici dei detenuti vengono ignorati e che soffrono abusi nelle carceri israeliane.

Al-Ashqar ha affermato che ci sono 27 prigionieri palestinesi nelle carceri israeliane da prima della creazione dell’Autorità Palestinese, nel 1994.

Ha affermato che sono i prigionieri che Israele ha rifiutato di rilasciare prima della ripresa delle trattative di pace nel 2014, il che significa che i negoziati non sono mai iniziati.

tag: ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"