Israele inizia ad attuare la legge ebraica “razzista” dello Stato-nazione

Quds Press e MEMO. Il ministero della Pubblica Istruzione israeliano ha iniziato ad attuare i termini della legge nazione-stato ebraica, che è stata adottata dal Knesset (parlamento) nel 2018 e che è stata descritta come “razzista” dalla critica internazionale. Il ministero ha ordinato agli insegnanti di studi civili di sottolineare agli studenti che l’ebraico è l’unica lingua ufficiale in Israele.

Un funzionario ha pubblicato un documento, la scorsa settimana, che suddivide le risposte agli esami generali della scuola secondaria quest’anno e fornisce risposte modello. Una delle domande sullo status dell’ebraico ha confuso gli studenti.

“La risposta modello è stata fatta prima della ratifica della legge dello stato-nazione”, ha spiegato il funzionario, “ma secondo la legge di base, la risposta nel prossimo esame sarà che l’ebraico è l’unica lingua ufficiale in Israele”.

Ha riportato Haaretz che il ministero dell’Educazione sta minando il concetto di “pluralità” che viene insegnato agli studenti in Israele. “Il prossimo passo è cancellare il riconoscimento dei diritti delle minoranze nel Paese”.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"