Israele pianifica approvazione di 850 nuove unità coloniali nella Cisgiordania occupata

Tel Aviv – Palestine Chronicle. Israele prevede di approvare la costruzione di 850 unità coloniali nella Cisgiordania occupata, secondo quanto riferito lunedì dall’emittente pubblica Kan.

Secondo il rapporto, la prossima settimana, il ministero della Difesa israeliano dovrebbe dare il via libera alla costruzione, che include 500 case, nelle colonie cisgiordane di Itamar, Beit El, Shavei Shomron, Oranit e Givat Ze’ev.

Comprende anche più di 100 unità nella colonia di Tal Menashe, a nord della Cisgiordania.

“Siamo qui per restare. Stiamo continuando a costruire la Terra di Israele!”, ha scritto su Facebook il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu.

L’ordine di far avanzare le costruzioni illegali arriva dieci giorni prima dell’insediamento del nuovo presidente degli Stati Uniti, Joe Biden.

Yair Lapid, politico dell’opposizione israeliana, ha descritto i piani coloniali come “irresponsabili” e ha avvertito che creeranno nuove divisioni con l’amministrazione Biden, che entrerà in carica il 20 gennaio.

“L’amministrazione Biden non è ancora entrata in carica ed il governo ci sta già conducendo verso un confronto inutile”, ha scritto su Twitter.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

tag: , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"