Israele restituisce entro oggi le navi della Freedom Flotilla

Ankara – Infopal. Il Ministero della Difesa israeliano ha annunciato la restituzione entro oggi alla Turchia delle otto navi della Freedom Flotilla fermate e sequestrate da Israele a fine maggio.

Assieme alle navi, il Ministero ha dichiarato inoltre che verranno resi gli effetti personali degli attivisti che avevano partecipato alla spedizione, mentre non è stato svelato nulla sul destino del carico di aiuti che Tel Aviv ha rifiutato di far arrivare nella Striscia di Gaza, sostenendo che si tratta di una “minaccia alla sicurezza nazionale d'Israele”. Il carico in questione è composto da migliaia di tonnellate di materiali edili, legname, prefabbricati, rifornimenti medici e altro ancora.

Da parte sua, la Turchia, che ha già inviato tre navi rimorchiatrici verso le coste israeliane per trascinare le imbarcazioni in patria, ha negato che Israele abbia accettato di restituire le navi a condizione di farne un uso condiviso in futuro. Tel Aviv, infatti, “ha fallito nell'imporre qualsiasi condizione ad Ankara”, come ha riferito una fonte turca rimasta anonima.

Secondo la stessa fonte, la Grecia dovrebbe prendere in affidamento tutte le navi non turche non appena saranno state riportate in Europa. Questa disposizione, riferisce la Campagna Europea per la rimozione dell'assedio di Gaza – una delle associazioni organizzatrici della Flotilla -, è stata concordata tra i ministeri degli Esteri israeliano e greco tramite contatti telefonici. Tra le navi che dovrebbe ricevere la Grecia vi sarebbe anche quella allestita direttamente dalla Campagna.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"