Israele rinnova ordine di chiusura per Palestine TV nella Gerusalemme occupata

Ramallah – WAFA. Le autorità israeliane continuano a censurare le attività della Palestine TV nella Gerusalemme occupata, estendendo l’ordine di chiusura per altri sei mesi, in un passo considerato come una violazione della libertà di stampa.

Il ministro israeliano della Sicurezza Gilad Erdan, ha emesso l’ordine la prima volta sei mesi fa, chiudendo l’ufficio del canale TV a Gerusalemme Est e vietando ai suoi dipendenti di svolgere qualsiasi lavoro per la stazione televisiva ufficiale, sotto la minaccia di arresto e di multe.

Tuttavia, ciò non ha impedito alla Palestine TV di lavorare nell’ombra nella città occupata, come ammesso da Erdan nell’ordine di estensione di chiusura.

Israele sta cercando di vietare qualsiasi lavoro dell’Autorità Palestinese (ANP) nella città occupata e ha perseguito e detenuto funzionari, chiuso diversi uffici e proibito le attività politiche, sociali, culturali, sportive ed economiche nella città.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

tag: , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"