“Israele ruba importanti atti di proprietà di Gerusalemme da Al-Aqsa”

Memo. Durante la chiusura della Moschea di Al-Aqsa il mese scorso, le autorità di occupazione israeliana hanno rubato  documenti importanti dalla Moschea di Al-Aqsa relativi alle proprietà e alle dotazioni di Gerusalemme, ha rivelato ieri il Felesteen.ps.

Il presidente del Centro Internazionale di Gerusalemme, Hassan Khater, ha affermato che l’occupazione israeliana ha rubato i documenti dalle “sale, biblioteche e archivi documentali” della Moschea di Al-Aqsa quando le forze erano sole durante la chiusura.

“Attraverso questi documenti, l’occupazione israeliana sta mettendo le mani sulle dotazioni, proprietà e immobili del Dipartimento della dotazione di Gerusalemme”, ha detto Khater, sottolineando che il furto di questi documenti è un “vero disastro”.

Ha osservato che questi documenti includono “dettagli, segreti e firme”, aggiungendo che più del 90% della Città Vecchia di Gerusalemme fa parte di tali dotazioni.

Khater ha sottolineato che la “capacità dell’occupazione israeliana di falsificare  documenti danneggerà le dotazioni della città”.

Ha inoltre espresso i suoi timori che l’occupazione israeliana possa usare questi documenti per realizzare i suoi  piani di ebraicizzazione nella Città Santa, osservando che si tratta della “battaglia principale” tra i palestinesi e gli israeliani.

Traduzione di Edy Meroli

tag: , , , , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"