Israele sta progettando un colpo di stato negli Emirati?

PressTv. Secondo quanto riferito da un rapporto, Israele sta appoggiando e facilitando gli sforzi per organizzare un colpo di stato nell'Emirato di Ras al-Khayma, uno degli Emirati Arabi Uniti, da parte di uno sceicco arabo.

Mercoledì il “Guardian” ha infatti riferito che l'ambasciatore israeliano in Gran Bretagna, Ron Prosor, ha incontrato lo sceicco Khalid bin Saqr al-Qasimi, l'erede al trono in esilio di Ras al-Khayma, il quale ha chiesto al rappresentante di Tel Aviv supporto alla sua campagna per prendere il potere nell'Emirato, particolarmente importante dal punto di vista strategico poiché si trova a sole 40 miglia dall'Iran.

L'incontro si è svolto a Londra a marzo ed è stato seguito da telefonate, assistenza generica e consigli, secondo le prove del collegamento visionate dal “Guardian”.

Khalid bin Saqr al-Qasimi, esiliato nel 2003, sta cercando di sostituire il padre moribondo, lo sceicco Saqr, e il suo fratellastro, lo sceicco Sa'ud, per assumere il controllo di Ras al-Khayma.

Egli sostiene che l'Emirato è diventato un fulcro del traffico di “parti di armi nucleari” verso l'Iran, perciò ha speso 4 milioni di sterline (quasi 4,8 milioni di euro) in pubbliche relazioni internazionali e campagne di pressione politica per convincere i politici americani e le lobby pro-Israele negli USA che non vi sarebbero pericoli di questo tipo se ci fosse lui al potere.

I documenti inoltre affermano che l'alleanza con Israele è l'ultimo sviluppo nella già straordinaria saga dei tentativi di Khalid bin Saqr al-Qasimi di ritornare al potere.

Si è capito ormai da qualche tempo che lo sceicco Saqr si sta spegnendo in ospedale ad Abu Dhabi, così è stato detto a suo figlio, lo sceicco Sa'ud, 54 anni, l'attuale erede al trono, di prepararsi per la sua veglia funebre.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"