Israele vuole trasformare aree tra Gerusalemme e Mar Morto in discarica

Gerusalemme occupata-PIC. L’autorità d’occupazione israeliana (IOA) vuole trasformare un vasto tratto di terra palestinese nell’area di Khan al-Ahmar, tra Gerusalemme ed il Mar Morto, in una discarica.

L’IOA prevede inoltre di creare un impianto di riciclaggio di rifiuti nella stessa area, secondo il ricercatore per gli affari di Gerusalemme, Fakhri Abu Diyab.

Abu Diyab ha affermato che l’IOA vuole sequestrare appezzamenti di terra palestinese ed espellere i residenti dalla zona, al fine di creare la discarica e l’impianto di riciclaggio.

Ha avvertito che il progetto israeliano avrà impatti negativi sull’ambiente e sulla salute della popolazione nativa.

Ha sottolineato che circa 250-300 camion scaricherebbero circa 3.500 tonnellate di rifiuti ogni giorno.

Il ricercatore ha affermato di aver ottenuto tali informazioni dai piani israeliani nell’Area C della Cisgiordania, nonché dalle istituzioni ambientali e da alcuni personaggi politici di sinistra.

Traduzione per InfoPal di F.H.L.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"