Jenin, Israele intende demolire la casa del giovane palestinese che ha ucciso un soldato

Jenin-InfoPal. Giovedì 14 novembre, le forze di occupazione israeliane hanno consegnato un avviso di demolizione della propria casa di due piani a Sherif Ghawadra, padre del giovane, Hussain, che ha ucciso un soldato israeliano mercoledì scorso. Il gesto israeliano farebbe parte della punizione collettiva avviata dopo il gesto del giovane palestinese.

Il padre dell giovane ha reso noto che l’ufficiale dell’intelligence israeliana gli ha consegnato l’avviso di demolizione, avvertendolo di abbandonare immediatamente la casa che verrà abbattuta da un momento all’altro, in quanto “egli ha cresciuto un terrorista e perciò dovrà affrontare le conseguenze”.

Ha aggiunto che le forze di occupazione hanno picchiato tutte le persone presenti nella casa, mentre, ore prima, i soldati israeliani avevano arrestato Mutassim, il fratello di Hussain, ritirando il suo permesso di lavoro. Il padre ha sottolineato che le forze di occupazione hanno distrutto il contenuto della casa, assaltata più volte nelle ultime 24 ore.

Il ritorno della politica israeliana di demolire le case di coloro che commettono atti ostili contro i soldati in Cisgiordania riflette il timore dell’occupazione per il crescendo delle attività individuali contro le forze israeliane.

 

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"