Joint List: Accordo del Secolo è un “piano di trasferimento”

Tel Aviv – MEMO. Giovedì, i membri della Joint List [dei partiti arabi] nel parlamento israeliano hanno criticato l’accordo di pace per il Medio Oriente degli Stati Uniti, avvertendo che “sta minacciando la presenza di migliaia di palestinesi nei Territori occupati nel 1948”.

“I membri della Joint List si oppongono all’Accordo del secolo recentemente annunciato dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump”, hanno affermato i membri del Knesset.

Il gruppo ha descritto l’accordo come “razzista”, riferendosi alla clausola che afferma la possibilità di scambiare terre e residenti tra Autorità Palestinese (ANP) e Israele, nel Negev.

“Il testo dell’accordo statunitense prevede la revoca della cittadinanza israeliana a centinaia di migliaia di arabi palestinesi che vivono nella regione del Triangolo, nel nord di Israele, e da tutti i cittadini arabi o ebrei israeliani”, ha avvertito il capo della Joint List, Ayman Odeh, chiedendo agli israeliani di opporsi a “questo pericoloso accordo”. L’accordo USA è stato annunciato da Trump martedì, in una conferenza stampa a Washington, alla presenza del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, tuttavia senza palestinesi presenti.

Le Nazioni Unite (ONU) hanno respinto l’accordo, affermando che non si basa sulle linee guida delle Nazioni Unite, ma è un’imposizione della visione di Trump di una soluzione a due stati. L’accordo è stato anche respinto da tutti i partiti palestinesi.

tag: , , , , , , , ,

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"