Khaled Meshaal invita a rompere l’assedio e perseguire i criminali di guerra sionisti

Damasco – Infopal. Il capo dell'Ufficio politico del Movimento di Resistenza Islamica Hamas Khaled Meshaal è in stretto contatto con diversi leader e responsabili arabi per discutere le dimensioni del “massacro della libertà” commesso dalle forze di occupazione israeliane, all'alba di oggi, contro attivisti per la pace a bordo della Freedom Flotilla.

I contatti hanno incluso il leader libico Muammar Gheddafi, il presidente yemenita Ali Abdullah Saleh, il vice presidente siriano Farouq al-Shara, ministro degli Esteri siriano Walid Muallem e il Segretario Generale della Lega Araba, Amr Mousa, il segretario generale dell'Organizzazione della Conferenza Islamica Ekmeleddin Ihsanoglu, oltre ad un certo numero di funzionari arabi.

Mashaal nel corso dei colloqui ha sottolineato la necessità di condannare il crimine sionista, perseguire i leader dell'Entità Sionista come criminali di guerra, e non dare loro la possibilità di sfuggire al loro crimine, oltre alla necessità di cogliere questo momento storico per rompere l'assedio della Striscia di Gaza una volta per tutte.

Meshaal ha affrontato anche l'importanza della solidarietà concreta con la Turchia e gli attivisti a bordo della Flotilla.

© Agenzia stampa Infopal
E' permessa la riproduzione previa citazione della fonte "Agenzia stampa Infopal - www.infopal.it"